Trentino

Alla scoperta della Val di Non

♦ Date: 26 dicembre 2021 – 01 gennaio 2022

♦ Alloggi: baita Maset Possati, Bresimo – Val di Non

Km percorsi: 300 km

Come arrivare in Val di Non

Per arrivare in Val di Non occorre percorrere l’autostrada del Brennero fino a Trento. Si continua poi su strada normale in direzione Cles

.

Dove abbiamo alloggiato

Visto il periodo, le restrizioni e i contagi da Covid-19, abbiamo deciso di affittare un meravigliosa baita immersa nel bosco, appena fuori dal paesino di Bresimo. La baita era su tre piani con un’enorme cucina e sala da pranzo più bagno turco al piano terra; una camera, un salotto e un bagno al secondo piano; due camere matrimoniali mansardate al terzo piano. All’esterno un balcone e un patio con tavolo e barbecue. Una favola! Assolutamente consigliata sia in estate sia in inverno.

Oltre la baita, la strada continua verso malghe e montagne. Purtroppo non abbiamo potuto raggiungerle perchè in inverno la strada è chiusa e impraticabile causa ghiaccio. Sicuramente una tappa obbligata in estate!

Cosa visitare

La Val di Non è famosa in tutto il mondo per sue mele. Vengono coltivate infatti le mele Melinda e proprio qui si trova l’azienda. Purtroppo l’inverno non è la stagione adatta per ammirare i meleti rigogliosi, sicuramente in estate il paesaggio risulta molto variopinto. In ogni caso è sempre piacevole fare qualche passeggiata tra i meleti e godere del panorama. Nel paese di Segno di Predaia è presente MondoMelinda, il centro visitatori del Consorzio Melinda. 

.

Nei giorni trascorsi qui abbiamo fatto qualche escursione e passeggiata; vi consigliamo di visitare:

  • il lago di Santa Giustina con la terrazza panoramica
  • l’antica segheria di Bresimo
  • il castello di Thun
  • il sentiero “il lavoro, le fate, le streghe”
  • il paese di Cles

 

Lago di Santa Giustina

Il lago è un bacino artificiale situato al centro della Val di Non ed è il più grande del Trentino. Sulle sue sponde si trovano paesini bellissimi e appena sopra al paese di Clès è presente una terrazza panoramica mozzafiato.

Arrivati al centro di Clès, seguite le indicazioni per il parco Doss di Pez. Dopo una salita sulla sinistra trovate un parcheggio e sulla destra dei giochi per bambini, proseguite e vi addentrerete nel parco. Dopo aver superato alcune piante arriva la sorpresa…la vista si apre su un panorama splendido! Lago, meleti, paesini, colline e il castello di Clès si aprono ai vostri occhi! Ci sono tante panchine dove potete sedervi ad ammirare il panorama. Consigliamo di trascorrere un po’ di tempo qui. I bambini possono correre per il parco mentre voi vi godete la vista.

Antica segheria di Bresimo

Percorrendo la strada che dal paese di Bresimo va verso la chiesa e i vecchi bagni di Bresimo, si arriva in una valle chiusa e percorsa dal torrente Barnes che alimenta una antica segheria veneziana con mulino. Le segherie veneziane si diffusero in Trentino verso il XIII secolo e funzionano esclusivamente grazie alla forza dell’acqua, convogliata tramite un canale sopra ad una ruota a pale. Qui in inverno non batte mai il sole e grazie a questo abbiamo anche potuto ammirare delle meravigliose candele di ghiaccio.

 

 

Il castello di Thun

Nel paese di Vigo di Ton situato in cima ad una collina, si trova il castello di Thun. Castel Thun fu costruito nella metà del XIII sec. e fu la sede della potente famiglia dei Thun, che nelle valli di Non e di Sole possedeva altre prestigiose residenze. E’ un esempio tra i più interessanti di architettura castellana trentina. E’ circondato da un complesso sistema di fortificazioni formato da torri, bastioni, fossato e cammino di ronda.

Superato il paese di Vigo di Ton si arriva ad un parcheggio a pagamento dal quale parte una stradina tra gli alberi e dopo una breve salita si arriva al castello. La vista da qui è meravigliosa! Abbiamo fatto una passeggiata lungo le mura e ammirato il panorama, dopo di che ci siamo addentrati nei giardini. Purtroppo avendo con noi il cane, che non ama musei e simili, non abbiamo potuto visitate gli interni che sicuramente valgono la visita.

Sentiero “il lavoro, le fate, le streghe”

Nel Paesino di Preghena c’è una passeggiata magica in mezzo al bosco, un sentiero fatto di favole e sculture di legno. Si parcheggia in paese nei pressi di una fontana e si seguono le indicazioni per l’inizio del percorso. Purtroppo bisogna camminare lungo una salita molto ripida per circa 15 minuti prima di addentrarsi nel bosco. La strada è abbastanza larga, all’inizio asfaltata e poi con sassolini; più ci si addentra nel bosco e più il percorso è dissestato quindi a mio parere, con il passeggino si fa molta fatica. Meglio mettere il bimbo in un marsupio se ancora non riesce a camminare per parecchio tempo.

Il percorso è ad anello e la durata è di circa 2 ore. Un totem illustrativo all’inizio dà il via al percorso tematico e le prime opere in legno ad apparire sono stati gli animali: l’orso, la lepre, il falco, lo scoiattolo. Via via le opere si fanno più complesse e affascinanti: le spade nella roccia, il pentolone dei desideri, la strega volante appesa ad un albero.

A circa metà percorso si incontra una grandissima area ristoro dove in estate è possibile fare pic-nic. Da qui il percorso inizia la sua discesa verso il paese di Preghena e si continuano ad incontrare altre sculture di legno: le scope delle streghe, i mostri dell’albero, il serpente, il castagno e i funghi del bosco. Sicuramente per bambini dai 3/4 anni in su è molto divertente!

Per capire come si snoda il percorso, potete visualizzare la mappa QUI

Il paese di Cles

La cittadina di Cles è il centro della Val di Non. Si trova a 650 m di altitudine sulla sponda occidentale del Lago di Santa Giustina, all’imbocco della Val di Sole.

Abbiamo visitato il centro storico del paese nel tardo pomeriggio del 31 Dicembre e ci è piaciuta particolarmente la tranquillità e l’atmosfera Natalizia. Alberi di Natale bellissimi, lucine curate nei minimi dettagli..insomma un borgo da non perdere anche per una breve visita! Le foto parlano da sole.

E’ stata una settimana di relax, di passeggiate e di scoperte in una nuova valle del Trentino Alto Adige!

Vi ricordo che sono sempre disponibile per consigli di viaggio all’indirizzo email a.gregori@cartorange.com

Sul nostro account Instagram tante foto e video del viaggio! www.instagram.com/in2nelmondo/

Se ti è piaciuto questo post, condividilo sui tuoi social!
Facebooktwitterpinterestlinkedintumblrmail

Trentino: alla scoperta della Val di Non

♦ Date: 26 dicembre 2021 – 01 gennaio 2022

♦ Alloggi: baita Maset Possati, Bresimo – Val di Non

Km percorsi: 300 km

Come arrivare in Val di Non

Per arrivare in Val di Non occorre percorrere l’autostrada del Brennero fino a Trento. Si continua poi su strada normale in direzione Cles

.

Dove abbiamo alloggiato

Visto il periodo, le restrizioni e i contagi da Covid-19, abbiamo deciso di affittare un meravigliosa baita immersa nel bosco, appena fuori dal paesino di Bresimo. La baita era su tre piani con un’enorme cucina e sala da pranzo più bagno turco al piano terra; una camera, un salotto e un bagno al secondo piano; due camere matrimoniali mansardate al terzo piano. All’esterno un balcone e un patio con tavolo e barbecue. Una favola! Assolutamente consigliata sia in estate sia in inverno.

Oltre la baita, la strada continua verso malghe e montagne. Purtroppo non abbiamo potuto raggiungerle perchè in inverno la strada è chiusa e impraticabile causa ghiaccio. Sicuramente una tappa obbligata in estate!

Cosa visitare

La Val di Non è famosa in tutto il mondo per sue mele. Vengono coltivate infatti le mele Melinda e proprio qui si trova l’azienda. Purtroppo l’inverno non è la stagione adatta per ammirare i meleti rigogliosi, sicuramente in estate il paesaggio risulta molto variopinto. In ogni caso è sempre piacevole fare qualche passeggiata tra i meleti e godere del panorama. Nel paese di Segno di Predaia è presente MondoMelinda, il centro visitatori del Consorzio Melinda. 

.

Nei giorni trascorsi qui abbiamo fatto qualche escursione e passeggiata; vi consigliamo di visitare:

  • il lago di Santa Giustina con la terrazza panoramica
  • l’antica segheria di Bresimo
  • il castello di Thun
  • il sentiero “il lavoro, le fate, le streghe”
  • il paese di Cles

 

Lago di Santa Giustina

Il lago è un bacino artificiale situato al centro della Val di Non ed è il più grande del Trentino. Sulle sue sponde si trovano paesini bellissimi e appena sopra al paese di Clès è presente una terrazza panoramica mozzafiato.

Arrivati al centro di Clès, seguite le indicazioni per il parco Doss di Pez. Dopo una salita sulla sinistra trovate un parcheggio e sulla destra dei giochi per bambini, proseguite e vi addentrerete nel parco. Dopo aver superato alcune piante arriva la sorpresa…la vista si apre su un panorama splendido! Lago, meleti, paesini, colline e il castello di Clès si aprono ai vostri occhi! Ci sono tante panchine dove potete sedervi ad ammirare il panorama. Consigliamo di trascorrere un po’ di tempo qui. I bambini possono correre per il parco mentre voi vi godete la vista.

Antica segheria di Bresimo

Percorrendo la strada che dal paese di Bresimo va verso la chiesa e i vecchi bagni di Bresimo, si arriva in una valle chiusa e percorsa dal torrente Barnes che alimenta una antica segheria veneziana con mulino. Le segherie veneziane si diffusero in Trentino verso il XIII secolo e funzionano esclusivamente grazie alla forza dell’acqua, convogliata tramite un canale sopra ad una ruota a pale. Qui in inverno non batte mai il sole e grazie a questo abbiamo anche potuto ammirare delle meravigliose candele di ghiaccio.

 

 

Il castello di Thun

Nel paese di Vigo di Ton situato in cima ad una collina, si trova il castello di Thun. Castel Thun fu costruito nella metà del XIII sec. e fu la sede della potente famiglia dei Thun, che nelle valli di Non e di Sole possedeva altre prestigiose residenze. E’ un esempio tra i più interessanti di architettura castellana trentina. E’ circondato da un complesso sistema di fortificazioni formato da torri, bastioni, fossato e cammino di ronda.

Superato il paese di Vigo di Ton si arriva ad un parcheggio a pagamento dal quale parte una stradina tra gli alberi e dopo una breve salita si arriva al castello. La vista da qui è meravigliosa! Abbiamo fatto una passeggiata lungo le mura e ammirato il panorama, dopo di che ci siamo addentrati nei giardini. Purtroppo avendo con noi il cane, che non ama musei e simili, non abbiamo potuto visitate gli interni che sicuramente valgono la visita.

Sentiero “il lavoro, le fate, le streghe”

Nel Paesino di Preghena c’è una passeggiata magica in mezzo al bosco, un sentiero fatto di favole e sculture di legno. Si parcheggia in paese nei pressi di una fontana e si seguono le indicazioni per l’inizio del percorso. Purtroppo bisogna camminare lungo una salita molto ripida per circa 15 minuti prima di addentrarsi nel bosco. La strada è abbastanza larga, all’inizio asfaltata e poi con sassolini; più ci si addentra nel bosco e più il percorso è dissestato quindi a mio parere, con il passeggino si fa molta fatica. Meglio mettere il bimbo in un marsupio se ancora non riesce a camminare per parecchio tempo.

Il percorso è ad anello e la durata è di circa 2 ore. Un totem illustrativo all’inizio dà il via al percorso tematico e le prime opere in legno ad apparire sono stati gli animali: l’orso, la lepre, il falco, lo scoiattolo. Via via le opere si fanno più complesse e affascinanti: le spade nella roccia, il pentolone dei desideri, la strega volante appesa ad un albero.

A circa metà percorso si incontra una grandissima area ristoro dove in estate è possibile fare pic-nic. Da qui il percorso inizia la sua discesa verso il paese di Preghena e si continuano ad incontrare altre sculture di legno: le scope delle streghe, i mostri dell’albero, il serpente, il castagno e i funghi del bosco. Sicuramente per bambini dai 3/4 anni in su è molto divertente!

Per capire come si snoda il percorso, potete visualizzare la mappa QUI

Il paese di Cles

La cittadina di Cles è il centro della Val di Non. Si trova a 650 m di altitudine sulla sponda occidentale del Lago di Santa Giustina, all’imbocco della Val di Sole.

Abbiamo visitato il centro storico del paese nel tardo pomeriggio del 31 Dicembre e ci è piaciuta particolarmente la tranquillità e l’atmosfera Natalizia. Alberi di Natale bellissimi, lucine curate nei minimi dettagli..insomma un borgo da non perdere anche per una breve visita! Le foto parlano da sole.

E’ stata una settimana di relax, di passeggiate e di scoperte in una nuova valle del Trentino Alto Adige!

Vi ricordo che sono sempre disponibile per consigli di viaggio all’indirizzo email a.gregori@cartorange.com

Sul nostro account Instagram tante foto e video del viaggio! www.instagram.com/in2nelmondo/